Chi sono i Verdi che oggi si presentano alle elezioni?

Sono persone con profili diversi: musicisti, saggisti, medici, professori di filosofia e di economia, educatori, illustratrici di libri per bambini. Alcuni di loro non sono nati a Firenze, ma hanno scelto Firenze come città in cui voler vivere e costruire un futuro. Ad eccezione di alcune illustri eccezioni, la stragrande maggioranza si candida la prima volta.

Nessuno dei candidati in lista dei Verdi è un politico di professione, tutti conciliano la vita politica con quella professionale.

Cosa hanno in comune? L’aver sentito il bisogno individuale e collettivo di voler dare un contributo alla causa ecologista e progressista vista l’inadeguatezza dell’offerta politica esistente locale.

Questa è la lista dell’equilibrio in cui coesistono anime storiche dell’ecologismo italiano con forze giovani che hanno conosciuto la necessità dell’ecologismo a partire al mondo in cui siamo ora.

  • Ariele Niccoli

  • Erica Fiala

  • Francesco Zorn

  • Matteo Bortolon

  • Elena Pulcini

  • Giannozzo Pucci

  • Tommaso Damianou

  • Giacomo Bianchi

  • Carlo Candi

  • Caterina Arciprete

  • Giorgio Ricchiuti

  • Federico Boem

  • Lucia Zani

  • Alessandra Langella

  • Alessandra Petrioli

  • Guido Zorn

  • Marta Brenna Ghedina

  • Andrea Adinolfi

  • Paolo Brunori

  • Lilith Moscon

  • Elena Torta

  • Matteo Scatarzi

  • Lorenzo Ferri

  • Cecilia Armellini

Ariele Niccoli

Ho 37 anni, sono cresciuto a Firenze e attualmente sono insegnante di sostegno. Dopo aver lavorato in vari contesti come fisioterapista, mi sono laureato in Filosofia e ho fatto un dottorato in Scienze della Formazione. Durante gli studi ho lavorato come educatore in contesti di marginalità e con persone disabili. Vorrei insegnare Filosofia a scuola e continuare a studiare il rapporto tra etica ed educazione. Amo gli scambi di idee, approfondire il dialogo e trovare punti di incontro.

Erica Fiala

Ho 36 anni, sono un’insegnante e una violinista per diletto e per formazione. Vivo da sempre a FIrenze,con una piccola parentesi parigina di qualche anno aller-retour. Ho viaggiato per la musica e per ritrovare amici sparsi per il mondo e ho sempre desiderato portare in questa città, per la quale come tutti i fiorentini ho un attaccamento viscerale, quell’attenzione ai servizi ai trasporti pubblici e a tutto ciò che rende realmente vivibile una città. Anche una maggiore attenzione e importanza all’arte e alla sua condivisione in tutte le sue forme.

Francesco Zorn

Ho 35 anni, fiorentino, padre di due figli e sono forestale di formazione. Lavoro da 12 anni presso una cooperativa sociale che si occupa di ambiente e disabilità situata sotto Monte Morello. Sono in lista con i Verdi perché ho avuto la possibilità, dopo una fase di disorientamento politico, di conoscere una realtà nuova, viva e concreta. Vorrei contribuire a rendere Firenze una città che si prende cura di se stessa e dei suoi cittadini stando al passo delle nuove sfide ambientali e sociali a cui siamo chiamati a rispondere.

Matteo Bortolon

Mi chiamo Matteo, sono nato nel 1976; vivo e lavoro a Firenze nel settore turistico. Sono stato attivista della associazione Mani Tese in merito ai problemi degli squilibri economici mondiali da cui ho appresso l’importanza della giustizia sociale e della coerenza dello stile di vita personale; sono fra i fondatori del CADTM Italia (Comitato per l’annullamento dei debiti illegittimi), una realtà associativa inerente la giustizia in ambito finanziario ed economico. Sono vicino al mondo della nonviolenza da cui ho appreso il valore della creatività in ambito di lotta sociale e modalità alternative per affrontare i conflitti. aderisco alla associazione Senso Comune perché credo che una ripoliticizzazione della sfera pubblica sia essenziale per affermare democrazia e dignità umana.

Elena Pulcini

Sono Elena Pulcini e sono professore ordinario all’Università di Firenze dove insegno Filosofia sociale: vera e propria passione che va anche oltre il ruolo accademico per diventare impegno civile sui grandi temi e problemi del sociale. Dialogo da tempo con la società civile attraverso conferenze e dibattiti, non solo in Italia, che considero parte della mia militanza politica. Ma oggi penso anche che la sfida ecologica richieda un impegno in più, preciso e urgente. Non sono fiorentina ma quello con Firenze è stato dai tempi dell’Università un amore a prima vista e mi piacerebbe molto riportarla al suo splendore trattandola con la cura che merita.

Giannozzo Pucci

Nato a Roma il 15 marzo 1944, residente a Firenze in via de’ Pucci 4, Laureato in scienze politiche, ha fondato la prima collana in Italia sul pensiero ecologico nel 1975, attivo dall’inizio nel movimento antinucleare, fonda a Firenze il primo mercato di contadini senza veleni di sintesi nel 1984, partecipa alla fondazione della Federazione delle Liste Verdi nel 1985 nella quale è eletto nel gruppo dil coordinamento nazionale. Nel 1988 fonda e presiede la Commissione Tutela delle Acque nel Consorzio Schema 23. Dal 1990 al 1996 è consigliere comunale di Firenze e presidente della Commissione Consigliare Urbanistica. Dal 2004 dirige la Libreria Editrice Fiorentina. Ha promosso la nascita del primo asilo nel bosco in Italia. Ha scritto il libro “La Rivoluzione Integrale: idee e proposte ispirate all’ecologia integrale dell’enciclica Laudato si'”.

Tommaso Damianou

Mi chiamo Tommaso, ho 40 anni, sono nato a Firenze, città in cui vivo con la mia famiglia. Lavoro come educatore in una comunità a dimensione familiare e collaboro in qualità di
musicista/produttore a vari progetti terapeutico-riabilitativi nell’ambito della salute mentale e della disabilità.
Amo la mia città e credo fortemente possa diventare un modello di sviluppo sostenibile, che guardi al futuro in ottica progressista ed ecologista.

Giacomo Bianchi

Ho 36 anni. Economista di formazione, da sempre sensibile alle tematiche ambientali, nel tempo mi sono appassionato ai temi della gestione dei servizi pubblici locali (servizio idrico, rifiuti) e della mobilità sostenibile. Un passato da consulente ambientale per le imprese, oggi lavoro per il programma europeo di istruzione e formazione e mi occupo in particolare della cooperazione tra scuole europee. Credevo di essere allergico alla politica, mi sono ricreduto avendo trovato nei Verdi di Firenze lo spazio per discutere delle sfide e dei problemi della città con serietà, apertura, e dando all’ambiente il ruolo che si merita.

Carlo Candi

Fiorentino, 45 anni, dipendente pubblico impiegato presso la Usl Toscana-Centro come manutentore termotecnico.

Attivista politico e membro dell’Associazione Senso Comune, studioso di storia ed economia, aderisco alla lista dei Verdi perché ritengo sia oggi fondamentale impegnarsi direttamente per contribuire al miglioramento delle condizioni socio-ambientali della nostra città.

Caterina Arciprete

Mi chiamo Caterina, ho 33 anni e sono cresciuta tra Napoli e Bari per poi trasferirmi a Firenze per studiare Economia dello Sviluppo. E’ stato da subito amore con questa città che mi ha insegnato la bellezza dell’associazionismo e della partecipazione. Così negli anni ho fatto la volontaria in diverse associazioni di volontariato e co-fondato due associazioni attive su tematiche riguardanti la città. Per lavoro mi occupo di disabilità, povertà infantile e parità di genere. Da pochi mesi sono assegnista all’università sui temi dell’inclusione sociale nell’area metropolitana.

Giorgio Ricchiuti

Ho 42 anni, fiorentino di adozione e tarantino di nascita e temperamento. Sono Professore di Politica Economica all’Università di Firenze. Come evolutivo, sono convinto sia importante analizzare la società attraverso un approccio integrato e che guardi alle consequenze presenti e future delle scelte. E trovo che per i Verdi sia scritto nel DNA.

Federico Boem

Mi chiamo Federico, ho 37 anni, mi occupo di filosofia ed etica della scienza, in particolare circa la biomedicina.

Ho insegnato e al momento insegno all’Università di Milano ma sono spesso “a giro” vista l’instabilità della carriera accademica, cosa che mi porta spesso a visitare luoghi vicini e lontani e realtà diverse (dal King’s College di Londra alle scuole superiori). Da sempre mi appassiona la politica, il suo carattere pubblico e che pertanto riguarda tutti. Tra i miei interessi principali c’è anche il rapporto tra conoscenza scientifica e società democratica. Amo la polemica e discutere con chi la pensa diversamente da me.

Lucia Zani

Mi chiamo Lucia Zani ,ho 69 anni, vivo  a Firenze, sposata con 2 figli. Ho lavorato presso l’ Azienda Sanitaria come Medico Psichiatra, sono psicoterapeuta. Le relazioni umane sono la mia passione, ma ho sempre avuto molto presente quanto siano importanti il contesto sociale e ambientale in cui si sviluppano e da cui sono nutrite. La psicoanalisi argentina e la dimensione gruppale hanno avuto un peso importante, per questo, nella mia formazione e nella pratica lavorativa. Mi hanno sempre appassionato le tematiche sociali legate all’abitare e all’educazione, ”Firenze senza periferie” si può fare!

Alessandra Langella

Casellario giudiziale

Alessandra Petrioli

Ho 35 anni, sono un medico, specialista in Medicina Interna all’ospedale di Careggi: amo il mio lavoro e l’opportunità che offre di entrare in stretta relazione coi pazienti e le loro storie. Mi interesso di organizzazione dei servizi sanitari, e nel 2012 ho lanciato uno studio, in collaborazione con la Regione, sulla relazione tra ospedale e medicina del territorio, e su come svilupparla al fine di ottimizzare le cure.

Ho un passato da scout e educatrice in associazione Scout laica a Firenze e un grande desiderio di portare il mio contribuito per cambiare in meglio questo mondo, o al meno per poter dire ai miei figli “ci ho provato!”.

Guido Zorn

Ho 41 anni, sono nato e cresciuto in campagna a due passi da Firenze, sotto al Monte Morello, dove si è radicato in me l’amore per la natura.

Sono un musicista, suono il contrabbasso e per lavoro ho vissuto per piu di 10 anni a Parigi e girato l’Europa e il mondo.

Dal 2010 sono tornato a Firenze, dove vivo, sempre in campagna, con mia moglie e due figli.

Sono in lista con i Verdi perché vorrei portare il mio contributo per creare una Firenze che torni ad essere centro di incontro e scambio culturale ed artistico, terreno fecondo per una nuova creatività.

Marta Brenna Ghedina

Mi chiamo Marta e ho 36 anni. Ho studiato economia dello sviluppo e mi occupo di controllo di gestione in una grande azienda. Vivo nel comune di Fiesole con il mio compagno e i nostri due bimbi. Per la prima volta aderisco ad un movimento politico, perché condivido l’idea cardine dei Verdi che viviamo in un mondo da preservare, con la consapevolezza delle nostre responsabilità verso le generazioni presenti e future. E penso che sia giunto il momento, per me non più procrastinabile, di dare seguito al motto: “questo è il tuo mondo: dagli una forma, altrimenti lo farà qualcun’altro”.

Andrea Adinolfi

Ingegnere ambientale da sempre vicino alle tematiche verdi.

Ho lavorato soprattutto nell’ambito del sistema idrico integrato e nella gestione dei dati ambientali.  Ho 39 anni, fiorentino.

Paolo Brunori

Sono Paolo Brunori, nato a Firenze nel 1979, sono ricercatore universitario, insegno Economia politica all’Università di Firenze. Per lavoro mi occupo soprattutto di aspetti metodologici della misurazione delle diseguaglianze. I Verdi per me rappresentano uno strumento per non subire passivamente il corso delle cose ma provare ad alterarlo. Ho avuto la fortuna di vivere in tanti posti nel mondo, apprezzando la diversità delle persone, credo che questo sia uno dei motivi per cui riesco ad immaginare un futuro migliore per la mia città, il mio paese e l’Europa.

Lilith Moscon

Ho 35 anni, sono laureata in Filosofia e diplomata in Psicodramma. Sono autrice di diversi libri per ragazzi e formatrice nell’ambito della letteratura accessibile e della didattica inclusiva. La mia attività di scrittrice procede accanto al mio impegno in qualità di terapeuta di gruppo.

Elena Torta

Sona nata e cresciuta a Firenze ma ho vissuto molti anni all’estero dove ho fatto diverse esperienze lavorative sia in ambito istituzionale a Bruxelles sia nel campo umanitario con Amnesty International e Medici senza Frontiere. Sono tornata a Firenze da tre anni per lavorare all’Istituto Universitario Europeo dove mi occupo di comunicazione. Mio marito è olandese e i nostri tre bambini adesso stanno mettendo radici fiorentine, pur continuando a coltivare anche la lingua e la cultura del babbo. Sono in lista con i Verdi perché credo fortemente che Firenze possa e debba essere una città più vivibile, più a misura di bambini e più vissuta dai suoi abitanti, sulla scia di come ho visto trasformarsi molte altre città europee.

Matteo Scatarzi

Sono nato a Firenze nel 1976, babbo di un bambino di cinque anni.Per lavoro mi occupo di trasporti e quindi il tema della mobilità mi sta particolarmente a cuore. Ho aderito con entusiasmo ai Verdi perché ho trovato un gruppo di persone preparate ed appassionate e per far rivivere in me una passione giovanile mai sopita.

Lorenzo Ferri

Mi chiamo Lorenzo, ho 43 anni, mi occupo di marketing e vendite, mi interesso di politica da sempre ma da poco ho sentito la voglia di impegnarmi in maniera attiva.

Cecilia Armellini

Ho 59 anni, sono nata e vissuta per molto tempo a Firenze, sono architetto libera professionista. Per lavoro e per passione ho vissuto in molti luoghi e città di Italia. Adoro il mare, la campagna, i profumi del bosco dopo la pioggia e del sole sulla macchia mediterranea. Sono sposata e il mio nucleo familiare è composto da due umani, io e mio marito, due cani, otto gatti, un frutteto e qualche centinaio di metri quadrati a orto e piante officinali, quest’ultimi rigorosamente bio. Da venti anni abito sull’Appennino Tosco Romagnolo che lascio solo per motivi legati al lavoro, al volontariato, alla cura dei miei cari. Vorrei contribuire al futuro di Firenze con il mio amore profondo per la vita e il mio senso di rispetto e stima per le fragilità.

Interviste ai candidati

Loading...